CLUB

Since 2006
 
La nostra Storia ..... Vespa Club Aviano
 




Squadra Corse Aviano





Seguici anche su





Classifica
TS




Classifica
TAP





Classifica
SS




















 

Nell’anno 2006 per iniziativa di quattro appassionati vespisti: Diego Bianchet, Vito Gaiarin, Valerio Santarossa e Mirco Viera, desiderosi di vivere più da vicino la passione per la Vespa che gli accomuna, partecipano al Vespa raduno a Premaor di Miane e si propongono come “Amici della Vespa” di Aviano. Il successo è immediato e subito riconosciuto da altri club.
A dicembre dello stesso anno vengono in contatto con Andrea Redolfi che propone la costituzione e la formazione del Vespa Club Aviano. Per l’occasione viene allestita una mostra con varie Vespa: 150 GS, 125 Gran Turismo, 50 Special, Faro basso del 1951, 125 ET3 e molte altre, la sala è gremita e l’interesse per il Club si manifesta e si concretizza così da presentare ufficialmente il Vespa Club con sede presso il Santuario Cafè a Costa di Aviano - Pn.
In breve si fa conoscere in tutto l’interland avianese e pordenonese e vengono aperte le iscrizioni e formato il direttivo costituito dal Presidente Andrea Redolfi, dal vice presidente Vito Gaiarin e dal segretario Alberto Del Tedesco.
Le attività prendono subito slancio ed espletate le formalità burocratiche d'iscrizione al Vespa Club d’Italia ed affiliazione al Moto Club Pedemontano per le pratiche FMI, iniziano le gite, i raduni ed i vari appuntamenti vespistici con grande partecipazione e divertimento.
Nel 2010 ha assunto la presidenza Alberto Bertazzolo che avvalendosi di un Direttivo efficace composto da Andrea Redolfi, Patrizia Milanese, Paola Fedele, Stefano De Biasio, Massimo Amati, Dalida Pantarotto, Enrico Rosolen, Diego Bianchet, Maurizio Titone e Mirco Viera, raggiunge in breve tempo numerosi traguardi in campo turistico, collezionistico e ricreativo, coinvolgendo più di cento iscritti. Il salto di qualità è stato ottenuto con la presenza ai raduni mondiali: nel 2007 a San Marino, nel 2008 a Cefalù, nel 2009 in Austria, nel 2010 in Portogallo, nel 2011 in Norvegia, nel 2012 in Inghilterra, nel 2014 a Mantova, nel 2015 in Croazia, nel 2016 in Francia e nel 2019 in Ungheria.
Tutti gli anni si organizza il “Vespa Day Aviano” un raduno che richiama molti appassionati e che ben valorizza il territorio pordenonese e da un paio d’anni si sviluppa la parte sportiva, organizzando gare di regolarità con la 100 km di Aviano – Memorial Vito Gaiarin, la prima manifestazione turistica a squadre del Friuli, e propone gare di gimkana con grande interesse tra i giovani, anche a livello nazionale valevoli per la Coppa Italia.
Dal 2012 il Club è affiliato con l'associazione Sportiva e Sociale ASImoto e dal 2016 con la Federazione Motociclistica FMI che favoriscono e sviluppano ulteriormente gli obiettivi del Vespa Club Aviano, obiettivi legati all’associazionismo, alla solidarietà, all’integrazione e condivisione della passione per le due ruote d’epoca.
L'attuale Presidente è Paola Fedele.



Logo Vespa Club Aviano
Una delle prime necessità per il Club, è stata la decisione relativa alla costruzione di un logo originale che ci potesse identificare e distinguere da altri Vespa Club.
Quale logo avrebbe potuto essere paragonato alla storia del nostro piccolo grande paese che ci ospita ?
Aviano, paese conosciuto in tutto il mondo, sito in provincia di Pordenone che ospita dal 1952 la Base NATO dell’Aviazione Americana. Non è stato difficile, per chi ha studiato la storia della Vespa, pensare ad un logo che potesse raffigurare sia la Vespa che il nostro paese che ci ospita.
Il vecchio simbolo della Piaggio raffigurante due ali.
E’ il logo adatto!!! E’ stato modificato facendo raffigurare una Vespa all’interno delle due ali, come la Vespa all’interno di Aviano.
Oltre a questo paragone possiamo pensare a due ali come la leggerezza e la libertà di poter viaggiare a cavallo di una Vespa; la gioia e l’orgoglio di averne una ti fa sentire onnipotente come volare, quindi il simbolo del nostro Vespa Club completa secondo noi quello che la Vespa non riesce a raffigurare spiritualmente.
Il logo aeronautico, applicato sul prototipo MP5 del 1945 e successivamente sul MP6 del 1946, vuole forse ricordare la nobile provenienza del suo ideatore, l’ingegner Corradino D’Ascanio, pioniere tra l’altro della messa a punto di un veicolo atto al volo che si chiamerà elicottero. La Piaggio inizia l’attività aeronautica prima con la riparazione e poi la costruzione su licenza di idrovolanti Farman nel 1914.
Nei primi anni del ‘900 dagli stabilimenti di Finale Ligure escono i primi aerei. Nel 1924 la Piaggio acquisterà a Pontedera (PI), un’appezzamento di terreno per installare un primo capannone dedicato alla costruzione di motori aeronautici.
Dopo circa due decenni, dagli stessi capannoni uscirà la prima Vespa.................... I colori della fascia da anteporre allo scudo Vespa sono contraddistinti nella parte superiore dal colore giallo simile a quello del logo sul prototipo MP5 e l'azzurro che è il colore del Comune di Aviano.

2006 -

2007 -

2016 -

2017 -

 
   
   
   
Direttivo Vespa Club Aviano    
2022-2025
   
Presidente
Paola Fedele
   
Vice Presidente
Massimo Amati
   
Segretario
Mattia Furlan
   
Tesoriere
Alberto Bertazzolo
   
Consigliere
Francesco Ardemagni
   
Consigliere
Giuseppe Ceolin
   
Consigliere
Patrizia Milanese
   
a    
Delegati    
abbigliamento
Dalida Pantarotto
   
c    
   
     
     
   
d    
   
   
     
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
       
 
Vespa Club Aviano All Rights Reserved